Fare innovazione nel marketing grazie al crowdfunding!

Daniele Maestrami – Fondatore e CEO di AdmCom – presenta un’analisi dell’introduzione del crowdfunding come nuovo strumento di marketing. Aumentano di giorno in giorno le aziende che si avvicinano al crowdfunding, non solo per la raccolta di denaro, ma per esaminare le reazioni del pubblico di fronte ad un nuovo prodotto.

Questo terzo contributo, incentrato sul crowdfunding, è la dimostrazione che non si tratta esclusivamente di uno strumento finanziario ma ha molte potenzialità per quanto riguarda le attività di marketing.

Persino alcune delle più importanti multinazionali hanno deciso di usufruire di questo meccanismo.

Il crowdfunding come molti sanno è un fenomeno nato in Australia e negli Stati Uniti, attraverso il quale il promotore di un’iniziativa a carattere economico, sociale, culturale o beneficio richiede al pubblico indistinto (crowd), tramite un sito internet, somme di denaro per sostenere il progetto esposto (funding).

Ma si tratta di uno strumento molto potente, che se applicato con strategia, risulta essere un valido strumento di marketing per raggiungere obiettivi come:

  • sviluppare la distribuzione;
  • raggiungere nuovi clienti;
  • impostare un track record per ulteriori investitori;

Inoltre è valido anche a fini di CRM, dato che si possono creare delle interazioni in diversi modi come l’iscrizione alla newsletter e i commenti e questi dati possono utili per:

  • Lead Generation;
  • Loyalty;
  • Customer Profiling;

Infatti, un’azienda italiana, nota esportatrice di Made in Italy in tutto il mondo con fatturati notevoli, dopo decenni di comunicazione classica ha deciso di ricorrere a questo innovativo strumento finanziario ricercando soci online con l’obiettivo di promuovere e valorizzare nuovi progetti. Diversi investitori hanno aderito all’iniziativa e investito nella società, riuscendo a raccogliere fino a 100 mila euro.

Per fare crowdfunding non è sufficiente solo strutturare un’efficace strategia di comunicazione digitale, ma è importante integrare con attività di marketing online ed offline: partecipando ad eventi off-line e fiere di settore, oltre ad una campagna on-line con video, campagne social e newsletter.

Questa combinazione di comunicazione tradizionale e digitale, in supporto alla ricerca di nuovi investitori, è stata in grado di attirare nuovi consumatori e distributori, aprendo così le porte di nuovi canali di vendita.

In conclusione l’azienda, grazie anche alla vasta gamma di prodotti di qualità, ha raggiunto un +23% del fatturato nel quadrimestre successivo alla campagna per merito del crowdfunding, attivato non solo in chiave finanziaria ma anche come strumento di marketing.

Insomma il crowdfunding svolge la funzione di testare il gradimento del prodotto, la possibilità di sfruttare diversi canali di distribuzione, comunicare direttamente con i consumatori del segmento di mercato al quale si rivolge, creando l’opportunità di pre-vendere il prodotto e attivando un canale diretto di comunicazione con potenziali clienti.

Ma non facciamo di tutta l’erba un fascio!

Infatti, esistono ben 6 modelli di crowdfunding, che si distingue a seconda del rapporto che si instaura tra il soggetto che eroga il finanziamento e quello che lo riceve:

  • donation based, che indica le donazioni di somme di denaro a sostegno di iniziative senza finalità di lucro in cui i donatori non ricevono alcuna ricompensa;
  • reward –based, che consiste nella partecipazione al finanziamento ricevendo in cambio una ricompensa di natura non monetaria;
  • royalty –based, che indica il finanziamento di un determinato progetto o iniziativa che viene ricompensato con la partecipazione ai profitti dell’impresa;
  • equity-based, dove l’investitore assume il ruolo di socio, con acquisizione di diritti patrimoniali e amministrativi;
  • lendind-based, detto anche social lending, che equivale ad un prestito tra privati, a fronte del quale è previsto il pagamento di un interesse;
  • invoice lending, dove gli investitori finanziano a breve termine le imprese tramite anticipi su fatture commerciali.

E voi avete già deciso quale crowdfunding attivare come leva di Marketing? Fa proprio al caso tuo una strategia di…